Touch Design

Novità LG: addio touchscreen

Sappiamo che negli ultimi anni i dispositivi dotati di schermi touch hanno spopolato. Gli smartphone sono ormai uno strumento indispensabile. Non solo, come i vecchi telefonini, permettono di chiamare e ricevere chiamate e di inviare messaggi di testo, ma oggi sono dei veri e propri piccoli computer in cui si può tenere tutto il proprio mondo in mano.

Sin dal loro avvento gli smartphone sono stati caratterizzati dal display touch, molto pratico da usare, dove bastano pochi tap di un dito per avviare una telefonata, aprire un’app, digitare un messaggio testuale. In molti hanno affermato che il futuro sarà questo: piano piano i vecchi schermi verranno sostituiti, anche sui personal computer, dai touch. Inoltre sono già stati creati dei dispositivi che consentono di rendere touch qualunque superficie, dalla parete di casa fino al proprio braccio. Si stanno mettendo a punto schermi flessibili, che si possono arrotolare come fogli di carta, e tavoli e supporti touch dai quali ordinare direttamente il proprio pasto, fare acquisti e infine pagare. Insomma, se il futuro della tecnologia ha un nome, questo nome è touchscreen. E se qualcuno invece la pensasse diversamente? Questo è quello che lascia intuire LG, uno dei principali colossi produttori di dispositivi informatici tra i quali telefonini di ultima generazione. A dire il vero la popolarità degli smartphone LG è nettamente calata negli ultimi tempi, soppiantata da altri brand di maggiore appeal come Apple, Samsung, Huawei. Così i dirigenti LG devono aver pensato che era necessario fare qualcosa di eclatante, che differenziasse il prodotto LG in modo netto e mercato rispetto a quello di tutti i principali competitor. Si aspettano dunque grandi novità quando, in occasione del Mobile World Congress 2019 che si svolgerà tra il 25 e il 28 Febbraio a Barcellona, in Spagna, verrà presentato l’ultimo modello di smartphone LG, lo LG G8 ThinQ. Qualche anticipazione è stata rilasciata dalla stessa casa di produzione che ha voluto solleticare la curiosità degli appassionati di nuove tecnologie con un breve video su YouTube e un post sul profilo ufficiale di LG su Instagram. Basti pensare che lo slogan scelto recita “Goodbye Touch”, vale a dire, “arrivederci schermo touch”. Quello che si può vedere nel video fa intuire a cosa si riferisce questo malinconico addio: una mano muove fogli, fa comparire e sparire scritte solo gesticolando in aria e senza mai toccare lo schermo del telefonino. Quella che si può ammirare nel filmato LG è una tecnologia che non è del tutto nuova, ma che finora non è mai stata applicata su un prodotto destinato ad avere un’ampia commercializzazione. In realtà Samsung l’ha già introdotta parzialmente nel suo Galaxy S4 con il nome di “Air Gesture”. In sostanza si tratta di uno schermo dotato di sensore capace di rilevare i movimenti della mano anche ad una distanza anche di 30 centimetri. In questo modo si possono impartire i comandi al proprio telefonino senza dover toccare fisicamente lo schermo: un po’ come un baciamano senza labbra. LG ha suscitato parecchio interesse con i suoi riferimenti sibillini, e in molti si chiedono se il dispositivo che sarà dotato di questa particolare tecnologia sarà proprio il G8 o piuttosto un altro device creato ad hoc. Le indiscrezioni che circolano in rete parlano di un telefonino dual screen con display di 6,1 pollici e tecnologia Sound on Display (SoD) che permette di eliminare gli altoparlanti. Per saperne di più, però, bisognerà attendere la LG Premiere prevista per il 24 febbraio, prima dell’apertura ufficiale del MWC 2019.

Benvenuti nel sito di Touch Design. Questo portale tratta di temi e notizie riguardanti il design in generale, campo in cui l'Italia eccelle da sempre. Se anche tu sei appassionato di design, architettura e temi affini, seguici regolarmente!